The near East è il progetto dell’Ufficio Unico PIT 7 della Provincia di Brindisi che si propone di valorizzare il sistema logistico del territorio e di moltiplicare le opportunità commerciali con quattro paesi: Bulgaria, Cina, Egitto e Turchia.

Brindisi, per la sua posizione, è naturalmente candidata a sviluppare le sue potenzialità di nodo strategico per il movimento delle merci, soprattutto sul versante orientale e creare le condizioni sufficienti per sostenere la competizione, nazionale e internazionale, con sistemi locali più avanzati. Ciò sarà possibile mettendo in rete le PMI del territorio, creando nuovi margini di competitività fondati sull’innovazione e sull’internazionalizzazione, sulla valorizzazione del capitale umano, sull’efficienza della Pubblica Amministrazione.

Gli enti locali che fanno parte dell’associazione del Pit 7 sono la Provincia di Brindisi – ente capofila – e i comuni di: Brindisi, Carovigno, Ceglie Messapica, Cellino San Marco, Cisternino, Erchie, Fasano, Francavilla Fontana, Latiano, Mesagne, Oria,Ostuni, San Donaci, San Pancrazio Salentino, San Pietro Vernotico, San Vito dei Normanni, Torchiarolo, Torre Santa Susanna.

L’obiettivo generale del progetto è accrescere la competitività del territorio della provincia sul mercato nazionale e internazionale anche attraverso lo sviluppo dei rapporti tra istituzioni e operatori locali e il miglioramento dei servizi di assistenza all’internazionalizzazione delle imprese dell’area di Brindisi. The near East intende infatti costruire le basi di un sistema solido e competitivo, valorizzando le infrastrutture presenti sul territorio, sviluppando il trasporto intermodale e creando una solida rete di PMI per accrescere la competitività dell’apparato produttivo. Il progetto, in altre parole, è nato con l’intento di incrementare le esportazioni, attrarre gli investimenti esteri, generare nuova occupazione e migliorare la qualità della vita sul territorio della provincia di Brindisi.

The near East è articolato in più fasi:

  1. Azioni di sensibilizzazione: realizzazione di iniziative di informazione sui 4 Paesi-obiettivo e impiego di una serie di strumenti di comunicazione e divulgazione rivolti a farne conoscere la realtà economica, logistica e imprenditoriale agli operatori economici ed istituzionali brindisini.
  2. Azioni di studio e indagine: consiste in un’approfondita analisi della domanda e dell’offerta nel settore della logistica e del contesto socio-economico sia locale che dei quattro paesi di riferimento, con l’obiettivo di costruire una mappa cognitiva di tutte le opportunità presenti nel settore della logistica, dei servizi ad esso connessi e di altri settori potenzialmente rilevanti per il PIT 7 evidenziando infine le opportunità di collaborazioni commerciali (con il coinvolgimento strategico delle istituzioni estere).
  3. Azioni di organizzazione della Missione economica: in ciascuno dei Paesi obiettivo si realizzano una serie di missioni esplorative ed azioni promozionali rivolte agli operatori ed alle istituzioni sia italiane che del Paese di riferimento finalizzate a favorire l’incontro tra le parti e l’attivazione di collaborazioni. In questa occasione imprenditori e rappresentanti della provincia di Brindisi incontrano gli imprenditori stranieri per definire e stringere accordi economici e commerciali.
  4. Azioni di follow up: si fondano su due momenti distinti in una logica integrata d’azione: divulgazione dei risultati della Missione organizzazione di una missione di incoming: una delegazione di imprenditori e rappresentanti dei paesi coinvolti viene ospitata a Brindisi per una visita alle principali aree d’insediamento produttivo e industriale del territorio in modo da consolidare ulteriormente la partnership.

Allacciate le cinture, e premete l’acceleratore dell’internazionalizzazione.